Candele auto: scopri cosa sono, il funzionamento e…

Scopri le candele auto, il loro funzionamento, come controllarle, quando sostituirle, e ancora la differenza tra le candele per gpl e quelle a benzina.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Menù di navigazione

Candela auto: cos’è e come è fatta?

Candele auto è il termine più comune che si utilizza per indicare le candele accensione o anche candele motore. Le candele auto sono dei ricambi auto presenti esclusivamente nelle vetture con motori alimentati a benzina e gas (GPL e metano); sono dei piccoli dispositivi a cui è attribuito il compito, attraverso una scintilla, dell’accensione del carburante.

candele auto

La candela auto è composta di tre parti: il terminale, il corpo ceramico e il corpo metallico.

  • Il terminale è la parte che si inserisce nella pippetta del cavo candela, da questa parte riceve la corrente necessaria a generare la scintilla.
  • il corpo ceramico è la parte centrale della candela ed è fatto di una particolare ceramica a base di ossido di alluminio, capace di resistere alle altissime temperature a cui è sottoposta e capace di isolare le scariche elettriche.
  • il corpo metallico è la parte che si avvita alla testata e termina con l’elettrodo che genera la scintilla.

Come funziona la candela di accensione?

Come abbiamo accennato lo scopo delle candele è quello di generare una scintilla per creare lo scoppio, ma come si arriva a questo momento? Per il funzionameto perfetto del motore è fondamentale il tempo in cui lo scoppio deve avvenire, le gestione di questo tempo è demandato ad un altro componente che si chiama generatore di impulsi.

Il generatore di impulsi attraverso i giri del volano trasmette l’impulso alla bobina di accensione che a sua volta trasmette la scarica elettrica alle candele. Le candele e la bobina di accensione sono collegati da cavi in silicone che devono resistere sia al calore del motore che all’enorme tensione che li attraversa.

Il sistema elettrico dell’auto ha una tensione di 12V, tensione che non sarebbe in grado di far generare la scintilla alla candela, per questo la bobina funge da elevatore di tensione capace di trasformarla da 12V a ben 50.000V. Solo con una tensione così elevata le candele di accensione riescono e generare la scintilla.

Candele per GPL: sono diverse dalle candele auto benzina?

Se la tua auto ha un motore alimentato a gas, GPL o metano, devi sapere che la combustione del gas è diversa da quella della benzina quindi il motore necessita di specifiche candele per GPL o metano, diverse dalle altre. Vediamo perché e quali sono le differenze.

Partiamo spiegando le differenze che ci sono sul tipo di combustione: per una corretta combustione del GPL o del metano è necessaria una tensione più elevata, quindi non bastano più 50.000V ma può essere necessaria una tensione anche di 57.000V.

Le candele normali non sono in grado di sopportare a lungo queste tensioni così elevate, che provocherebbero nel migliore dei casi la rottura della bobina, nel peggiore invece la rottura dell’elettrodo e il conseguente danneggiamento del pistone. Per quanto detto è importante montare delle candele specifiche chiamate candele all’iridio o anche candele iridium.

Le candele all’iridio, prendendo questo nome dal materiale utilizzato per il rivestimento dell’elettrodo centrale, sono più resistenti e in grado di sopportare temperature molto elevate.

Le 3 cose da controllare nelle candele auto

controllare le candele auto
Come controllare le candele auto

Le candele di accensione solitamente vanno cambiate ad ogni tagliando auto ma se non vuoi farlo accertati che le candele siano in buono stato. Per controllare lo stato delle candele devi prima smontarle; è necessario una chiave particolare per poterlo fare. Il buon funzionamento della candele è determinato dallo stato dell’elettrodo, in particolare: dalla distanza, dal colore e dall’usura.

  1. La distanza dagli elettrodi è un valore indicata dalla cosa costruttrice, questo valore è quasi sempre compreso tra 30 e 60 centesimi di millimetro. Per per poter misurarlo è necessario lo spessimetro a lama, strumento composto da lamine, attraverso le quali puoi misurare lo spessore. In caso di valori diversi da quelli previsti è necessaria la sostituzione.
  2. Dal colore della punta è possibile vedere la combustione, il colore di riferimento che indica una combustione perfetta è il color nocciola. Un colore troppo chiaro è indice della presenza di troppa aria, mentre un colore tendente al nero è indice di troppo carburante. Negli ultimi due casi è necessario individuare il problema.
  3. L’usura dell’elettrodo non deve essere eccessiva, in caso di elettrodo usurato è necessaria la sostituzione.

Cambio candele auto

sostituzione candele
Candela auto nuova VS candela auto vecchia

Quando cambiare candele auto?

Come hai già letto, nei paragrafi precedenti, avere candele efficienti è fondamentale per il corretto funzionamento del motore. Le candele di accensione sono dei componenti sottoposti ad usura e come tali vanno sostituite regolarmente. Tutte le case automobilistiche consigliano la sostituzione delle candele auto ad ogni tagliando, i km variano a seconda delle diverse case automobilistiche e dei diversi modelli di motore.

In media per le auto di vecchia generazione l’intervallo previsto per la manutenzione è compreso tra i 10.000 e i 20.000 km mentre per quelle di ultima generazione si può arrivare anche a 30.000 km.

Quando cambiare le candele auto gpl?

Se la tua auto è alimentata a GPL o metano i tempi per la sostituzione delle candele sono diversi (cambiano anche in base al tipo di candele che scegli di montare).

Vediamo le differenze.

  • Se monti candele classiche devi sostituirle in modo più frequente: se regolarmente vanno sostituite ogni 20.000 km è bene farlo ogni 10.000 km.
  • Se monti candele all’iridio come descritte nei paragrafi precedenti allora i tempi per la sostituzione si allungano notevolmente; infatti, per questo tipo di candele la sostituzione è prevista a 60.000 km.

Cambio candele auto costo

La spesa che devi affrontare per la sostituzione delle candele non è una spesa eccessiva; solitamente non è una manutenzione che si fa da sola, quindi la manodopera è inclusa in quella totale del tagliando. Diverso invece è per il costo delle candele, che vedremo nel prossimo paragrafo.

Costo candele auto

Il prezzo delle candele varia in base al tipo di modello che si sceglie e in base alla marca, comunque non è un componente molto costoso infatti si tratta di pochi euro cadauna per il maggior numero di modelli. Se acquisti quelle per i motori a gas il prezzo può raggiungere anche i 20-30 euro cadauna. Il nostro consiglio è di acquistare le candele on line dove puoi trovare offerte di kit sia di prodotti originali che di prodotti con qualità equivalente all’originale come candele Bosch e candele NGK.

Su ricambi auto per te puoi trovare delle guide per l’acquisto specifiche per modelli di auto. Se non trovi quella per il tuo modello di auto scrivici compilando il modulo o nei commenti del post, saremo lieti di darti una risposta in merito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ottieni le migliori offerte del Web
Vuoi conoscere le 20 migliori offerte del web e rimanere aggiornato sulle notizie del settore?
Hai bisogno di consigli sulla scelta dei tuoi ricambi? Contattaci

Rimani sempre
aggiornato!

Iscriviti alla newsletter riceverai le migliori offerte per i tuoi acquisti sul web e i nostri nuovi contenuti